LOGO CR FVG WEB

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con la circolare n. 2 dell’11 gennaio scorso, ha reso note alcune indicazioni operative utili per tutte le Associazioni, gli Enti del Terzo Settore e le Società Sportive Dilettantistiche al fine di rispettare gli obblighi in tema di trasparenza e pubblicità ex art. 1 commi 125 – 129 della L. n. 124 del 4 agosto 2017.

 

Obbligo di pubblicazione entro il 28 febbraio dei contributi pubblici ricevuti dalle associazioni.

 

DESTINATARI DELL’OBBLIGO: due categorie.

  1. Associazioni e fondazioni, nonché tutti i soggetti che hanno assunto la qualifica di ONLUS.
  2. Imprese (tra le quali si ritengono incluse altresì le imprese sociali, le società sportive dilettantistiche nonché le cooperative sportive dilettantistiche).

OBIETTIVO: rendere “in favore dei cittadini la massima trasparenza e informazione circa la destinazione di risorse pubbliche“.


OBBLIGO: pubblicazione, nei propri siti o portali digitali, dei vantaggi economici di qualunque genere ricevuti dalla Pubblica Amministrazione o da altri soggetti pubblici nel corso dell’anno solare superiori a 10.000 euro. Per le S.s.d.rl l’adempimento si ritiene soddisfatto con la pubblicazione nella nota integrativa al bilancio di esercizio.

 

OGGETTO DELL’OBBLIGO:

  • costituiscono oggetto di pubblicazione “i contributi, le sovvenzioni, i sostegni a vario titolo ricevuti dalle P.A. e dagli enti assimilati“
  • somme erogate dalla P.A. che abbiano la natura di un corrispettivo, cioè di una controprestazione“.
  • l’attribuzione del vantaggio da parte della P.A. può avere ad oggetto non soltanto risorse finanziarie, ma anche risorse strumentali ad esempio il rapporto di comodato di un bene mobile o immobile, ai fini della indicazione della quantificazione del vantaggio economico assegnato, si dovrà fare riferimento al valore dichiarato dalla pubblica amministrazione che ha attribuito il bene in questione“.

INFORMAZIONI DA PUBBLICARE:

  1. denominazione e codice fiscale del soggetto ricevente;
  2. denominazione del soggetto erogante;
  3. somma incassata (per ogni singolo rapporto giuridico);
  4. data di incasso;
  5. causale.

Controlli:

Spetta alle singole Amministrazioni provvedere all’attuazione e al controllo delle erogazioni.

 

Sanzione in caso di mancata pubblicazione:

Obbligo di restituzione ai soggetti eroganti delle somme ricevute, per ora applicabile solamente alle imprese.

 

 

Per quanto riguarda il Comitato Regionale FITET Friuli Venezia Giulia vedremo di realizzare una apposita sezione nel sito, elenchiamo intanto qua sotto i contributi ricevuti nel 2018.

 

CONTRIBUTI RICEVUTI NEL 2018:

 

Soggetto ricevente: Comitato Regionale FITET Friuli Venezia Giulia
C.F.: 05301810585
P.IVA: 01385821002

 

Soggetto erogante: Regione Friulia Venezia Giulia

Somma incassata: 8.531,20 euro

Data di incasso: 02/07/2018

Causale: Contributo ITTF JUNIOR AND CADET OPEN 2018 - L.R.8/2003 Art. 11

 

Soggetto erogante: Comune di Lignano Sabbiadoro

Somma incassata: 3.000,00 euro

Data di incasso: 10/07/2018

Causale: Contributo manifestazioni sportive gennaio-luglio 2018 - DET.LIQ. 173/SST DEL 06/07/18

 

Soggetto erogante: Regione Friulia Venezia Giulia

Somma incassata: 9.500,00

Data di incasso: 28/09/2018

Causale: Contributo torneo internazionale paralimpico 2018 - L.R.8/2003 Art. 18